Il nostro Network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels/Alloggi | Ristoranti/Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Wellness/Benessere | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | Youtube | Google+ | iPhone | Android | Windows Phone |
Lunedì 5 Dicembre 2016

Don Angelo Messini, don Ferdinando Merli e don Angelo Merlini

Foligno dimentica presto coloro che l’hanno servita e hanno dato lustro al suo nome. 
Per questo, non sono molti quelli che sanno che l’ultimo direttore-sacerdote della Biblioteca Comunale è stato monsignor – allora don – Francesco Conti, poi responsabile della Biblioteca “L. Jacobilli” del Seminario Vescovile, ora dislocata al Palazzo Elmi-Andreozzi, di Piazza San Giacomo, 1. 
Dopo monsignor Michele Faloci Pulignani, storico di grande valore, del quale ancora molto si discute, prestò servizio presso la nostra massima istituzione culturale, il canonico don Angelo Messini; belfiorese di origine, fu per alcuni anni Parroco di Corvia. Purtroppo, i primi bombardamenti scatenati dagli Alleati su Foligno, colpirono, come è noto,  oltre che il Seminario – vi morì don Consalvo Battenti, anch’egli della zona Belfiore/Liè/Ravignano-, l’antico Santuario della Madonna del Pianto, situato nell’attuale Piazza Ercole Giacomini, e don Angelo Messini   e sua sorella Clementina vi persero la vita.

Sotto le macerie di una chiesa si spense, così, un’intelligenza non comune e si interruppe una preziosissima azione pazientemente preparata in lunghi anni di studio e di specializzazione. Successore di don Angelo, alla direzione della Biblioteca, fu il professor don Ferdinando Merli, assassinato il 21 febbraio 1944 – lo stesso giorno in cui fu ucciso don Angelo Merlini, parroco di Fiamenga-, a ridosso della sua nomina a direttore.
 Perché non prendere qualche iniziativa, per fare memori di questi Sacerdoti, che hanno operato per il bene della Chiesa e della Città?

Invia una domanda