Il nostro Network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels/Alloggi | Ristoranti/Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Wellness/Benessere | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | Youtube | Google+ | iPhone | Android | Windows Phone |
Lunedì 5 Dicembre 2016

IN HOC SIGNO: LA CROCE NELL’ARTE, NELLA CULTURA, NELLA FEDE

Anche il Museo Diocesano di Gubbio nel programma dei Musei Ecclesiastici Umbri dal 14 settembre al 27 ottobre 2012.

Un programma nutrito e ben strutturato quello che coinvolge tutti i Musei Ecclesiastici Umbri in occasione delle manifestazioni per l’anniversario della conversione dell’imperatore Costantino che determinò le sorti della storia religiosa del mondo occidentale dal 312 d.C.

La visione di Costantino, datata dagli storici al 27 ottobre del 312, costituisce infatti un evento simbolico di straordinaria importanza per la storia della fede cristiana, per la cultura europea, per la storia dell’arte in generale e dell’arte sacra in particolare.

Dopo quell’evento e l’editto emesso l’anno successivo che sanciva la religione cristiana come religione di stato, l’arte cristiana esploderà in una produzione di enorme entità. L’evento rappresenta un’indiscutibile occasione per portare all’attenzione della cultura contemporanea la centralità di questo simbolo, anche per la civiltà che da esso ha tratto sviluppo e pace.

Il bisogno di riscoprire la centralità del misterium crucis nella fede cristiana, la necessità di vivere un rinnovato dialogo tra le comunità cristiane che si riconoscono in quel simbolo, e il ridare ad esso la centralità che gli appartiene nell’arte sacra ci impone di celebrare la storia di questo simbolo.

Per questa ragione, dal 14 settembre 2012 (giorno dell’Esaltazione della Croce, festa che ha un’origine diretta con i fatti costantiniani) al 27 ottobre 2012 (commemorazione della visio costantini) i Musei Ecclesiastici Umbri (13 musei distribuiti in tutto il territorio umbro), hanno organizzato una serie di eventi per offrire a questo simbolo la considerazione che gli è dovuta su piani diversi e complementari: spirituale, artistico e culturale: concerti, convegni, progetti didattici, mostre di arte sacra antica e contemporanea.

L’evento, promosso dalla Conferenza Episcopale Umbra, è stato realizzato con il fondamentale contributo della Regione Umbria e con i patrocini dell’Ufficio dei Beni Culturali della Conferenza Episcopale Italiana e dell’Associazione dei Musei Ecclesiastici Italiani.

Anche il Museo Diocesano di Gubbio nel calendario delle manifestazioni previste con la possibilità di effettuare visite guidate su prenotazione alle croci artistiche esposte nel Museo con il percorso intitolato “Il simbolo della croce nella diocesi di Gubbio”.

 

Per informazioni e prenotazioni rivolgersi al numero Tel. 075-9220904 oppure scrivere a info@museogubbio.it

Invia una domanda