Il nostro Network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels/Alloggi | Ristoranti/Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Wellness/Benessere | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | Youtube | Google+ | iPhone | Android | Windows Phone |
Lunedì 5 Dicembre 2016

Itinerari Mariani in Umbria

Uno degli itinerari religiosi più interessanti che si possono percorrere in Umbria è sicuramente quello alla scoperta delle chiese dedicate alla Madonna che sono delle perle artistiche e recano testimonianza del culto mariano in Umbria che si tramanda di padre in figlio da secoli.

Tra le chiese intitolate alla vergine, quattro meritano un’attenzione particolare: Santa Maria Maggiore, Spello; Madonna dei Bagni di Deruta;  Santa Maria della Consolazione, di Todi; ed il Duomo di Orvieto. La prima e la seconda costituiscono il tipico esempio di edificazione barocca, la terza è la meravigliosa rappresentazione di arte rinascimentale, mentre la quarta è un celebre espressione del gotico italiano.

Ammirare queste quattro chiese significa infatti cogliere l’essenza della religiosità umbra ed anche confrontare l’espressione artistica di varie epoche storiche che videro l’Umbria protagonista. Inoltre queste chiese sono molto vicine e facilmente visitabili in un’unica, splendida giornata.

Il tour inizia a Spello, nella chiesa di Santa Maria Maggiore che è antichissima essendo stata realizzata nel dodicesimo secolo. La struttura però è ancor più antica ed ebbe origine sui resti di un precedente tempio pagano.

L’edificio presenta bellissimi affreschi, tra i più affascinanti dell’intera regione. Bellissima è la Cappella Baglioni, ove si possono ammirare alcuni dei più bei dipinti del Pinturicchio ed anche una stupenda pavimentazione eseguita con maioliche di Deruta, cittadina famosa per le sue ceramiche.

La seconda tappa è proprio Deruta,  dove visiteremo il Santuario della Madonna dei Bagni e qui vedremo un altro celebre esempio della storica arte locale della ceramica . Le pareti interne della chiesa infatti sono riccamente decorate con ben 700 formelle in ceramica, portate come offerta votiva dall’anno di costruzione della chiesa, 1687, fino ai nostri giorni. Si potranno ammirare stupende maioliche della migliore tradizione di Deruta che rappresentano sia il culto mariano presente in Umbria, sia la vita quotidiana, il lavoro contadino e dell’evoluzione storica locale nel corso dei secoli. 

Arrivati poi nei pressi di Todi, si presenta sul nostro cammino la bellissima chiesa di Santa Maria della Consolazione. La chiesa ha una forma semicircolare, una struttura a pianta centrale e a croce greca ed è dotata di quattro absidi. Rappresenta uno dei più brillanti esempi di arte rinascimentale di tutta l’Umbria.  

Ci si potrebbe domandare perché una chiesa così bella è stata costruita fuori delle mura civiche. In realtà Todi, per la sua stessa conformazione collinare non disponeva più di grandi aree edificabili all’interno della città; per questo venne trovato un luogo esterno che fornisse lo spazio sufficiente ad una costruzione di tale portata. 

Proseguiamo il cammino e arriviamo a Orvieto dove possiamo ammirare il famoso Duomo che è uno dei massimi esempi europei di arte gotica risalente al duecento.  La facciata è stupenda, ricca di statue, bassorilievi, sculture, mosaici, splendide guglie, porte di bronzo; al centro ha un magnifico rosone sotto al quale spicca una scena del Giudizio Universale.  

Altrettanto bello è l’interno, diviso in tre navate riccamente ornate. Tra le magnificenze meritano rilievo: la cappella di San Brizio decorata prima da Beato Angelico, Benozzo Gozzoli e in seguito da Luca Signorelli. La Cappella del Corporale elegantemente affrescata e contenente il magnifico reliquiario in oro, argento e smalto traslucido che raffigura le più significative scene della vita di Cristo. Il presbiterio, con affreschi rappresentanti le storie della vita della Madonna, cui il Duomo è dedicato.

 

Se state cercando un alloggio o un hotels in Umbria visitate  UmbriaOnLine

 

Invia una domanda