Il nostro Network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels/Alloggi | Ristoranti/Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Wellness/Benessere | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | Youtube | Google+ | iPhone | Android | Windows Phone |
Lunedì 5 Dicembre 2016

Riviviamo gli storici momenti di 9 anni fa quando Papa Giovanni Paolo II incontra ad Assisi i rappresentanti delle maggiori religioni del mondo

Sembra ieri … ed invece sono trascorsi esattamente 9 anni da quando Papa Giovanni Paolo II incontrò ad Assisi i rappresentanti delle maggiori religioni del mondo durante la storica Giornata di Preghiera per la Pace fra i Popoli nel mondo.


Emozionanti momenti che possiamo rivivere guardando questo splendido video che ricorda la storica visita-incontro di Papa Giovanni Paolo II,  il 24 Gennaio 2002 ad Assisi.

La giornata di preghiera per la pace si svolge nella città di Assisi, nel segno del Poverello, Francesco di Assisi, testimone della non violenza, della pace con tutti, dell’armonia con il creato.


Lo svolgimento prevede quattro momenti successivi.

Nel primo momento, dopo l’arrivo ad Assisi il Santo Padre accoglie e saluta in Piazza S. Francesco i Rappresentanti delle varie Religioni del mondo.

Alcuni Rappresentanti leggono, quindi, delle testimonianze in favore della pace.

Il secondo momento è dedicato alla preghiera. I Rappresentanti con le loro Delegazioni, nel rispetto delle diverse credenze religiose, si recano in luoghi distinti per la preghiera. I cristiani, appartenenti alle varie Chiese e Comunità ecclesiali, pregano insieme in una celebrazione ecumenica nella Basilica inferiore di San Francesco.

Come segno di comunione e di ospitalità, è prevista nel programma anche un’agape fraterna nel Sacro Convento, sia dei Rappresentanti che delle loro delegazioni.

Nel pomeriggio ha luogo, nuovamente in Piazza S. Francesco, il quarto momento della giornata. Si prevede la lettura da parte di alcuni Rappresentanti di un testo comune di impegno per la pace, concluso dal segno delle lampade, l’abbraccio fraterno e il congedo del Santo Padre per una rinnovata testimonianza comune in favore della pace nel mondo di oggi, all’inizio del terzo Millennio.


Invia una domanda