Il nostro Network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels/Alloggi | Ristoranti/Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Wellness/Benessere | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | Youtube | Google+ | iPhone | Android | Windows Phone |
Domenica 11 Dicembre 2016

Riflessione per DOMENICA I di QUARESIMA

Carissimi, le tentazioni di Cristo sono anche le nostre. “Non di solo pane vive l’uomo, ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio “. Accende in noi una fame di cielo. L’uomo vive di ogni parola che esce dalla bocca di Dio.

Parola di Dio è il Vangelo, ma anche l’intero creato. Se l’uomo vive di ciò che viene da Dio, io vivo della luce, del cosmo, ma anche di te: fratello, amico, amore, che sei parola pronunciata dalla bocca di Dio per me.

Dopo le seconda e la terza tentazione: «Ed ecco angeli si avvicinarono e lo servivano». Avvicinarsi e servire, verbi da angeli.

Se in questa Quaresima ognuno di noi volesse avvicinarsi e prendersi cura di una persona che ha bisogno, perché malata o sola o povera, regalando un po’ di tempo e un po’ di cuore, allora per lei sarebbe come se si avvicinasse un angelo, come se fiorissero angeli nel nostro deserto.

Padre Carmine

p.carmine@parrocchiacapodacquadiassisi.it

Invia una domanda