Il nostro Network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels/Alloggi | Ristoranti/Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Wellness/Benessere | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | Youtube | Google+ | iPhone | Android | Windows Phone |
Lunedì 5 Dicembre 2016

Santa Scolastica

Santa Scolastica, sorella di San Benedetto, nacque nel comprensorio di Norcia nel V secolo dopo Cristo.

San Benedetto è divenuto il patrono d’Europa ed è conosciuto in tutto il mondo quale fondatore del monachesimo.

Santa Scolastica è  venerata, in particolare, tra le popolazioni dei Sibillini e tra le genti germaniche per le quali rappresenta la Santa protettrice dell’allattamento. Capitava e capita ancora oggi, anche se più raramente, di incontrare delle coppie germaniche a chiedere alla Santa il miracolo di fare scendere il latte alle puerpere.

Nelle tradizioni di Castelluccio, Santa Scolastica occupa un posto di primaria importanza, a lei era riservata una novena e alla fine di giugno tutte le donne di Castelluccio si recavano in pellegrinaggio nella chiesa della Santa che si trova accanto al cimitero di Norcia, al centro della piana della città. Sia il cimitero che la piana portano il nome di Santa Scolastica.

Questa tradizione è  ancora viva tra le genti di Castelluccio e fino a una trentina di anni fa il pellegrinaggio si svolgeva a piedi.  Le donne percorrevano l’ultimo tratto in ginocchio, recitando il Rosario, ed entravano in chiesa dopo aver fatto un giro completo del perimetro esterno della chiesa.

Tra un mistero e l’altro del Rosario, tutte le donne cantavano ad alta voce questa cantilena: “Santa Scolastica fa piove ijò la lenta; San Benedetto fa piove ijò l’orzetto”.

Per l’occasione il Presidente della Comunanza di Castelluccio chiede la disponibilità di un Prete alla Curia e gli commissiona una Santa Messa nella chiesa della Santa; lo stesso Presidente, alla fine della Santa Messa, dona prima a tutte le  donne e poi a tutti quelli che si presentano davanti alla Chiesa, due fette di pane o una rosetta, del companatico e un bicchiere di vino.

Ancora oggi questo antico rito si celebra negli ultimi giorni di Giugno, le donne vengono accompagnate in Autobus alla Chiesa della Santa, recitano il Rosario e invocano la Santa con la stessa cantilena e con la stessa antica devozione

Al ritorno, come è usanza antica, le donne lungo la strada raccolgono grandi mazzi di ginestre fiorite e appena tornate a Castelluccio appendono le ginestre davanti alle porte delle loro case per circa una lunazione.

Santa Scolastica fa piove ijo la lenta…………….. ora pro nobis.


Pellegrinaggio a Santa Scolastica

Ultimi giorni di Giugno.

Luogo: Partenza da Castelluccio di Norcia alle ore 10,00 per la chiesa di Santa Scolastica a Norcia.

Per ulteriori informazioni: www.castellucciodinorcia.eu

A cura di Giuseppe IACOROSSI

Tag: ,

Invia una domanda