Il nostro Network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels/Alloggi | Ristoranti/Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Wellness/Benessere | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | Youtube | Google+ | iPhone | Android | Windows Phone |
Lunedì 5 Dicembre 2016

Torna il film su DON PIERINO

Il film “Don Pierino” sulla vita del fondatore della Comunità Incontro, Don Pierino Gelmini, dopo i numerosi consensi ricevuti durante la settimana di proiezione al Cinema Politeama di Terni, sbarca al Cinema Vittoria di Narni, il 16 maggio alle ore 21.00. Un solo giorno di programmazione in cui
sarà presente il regista Andrea Sbarretti e lo staff, che presenteranno il film e potranno rispondere alle domande del pubblico. Prima della proiezione, ci sarà un ricco buffet, che inizierà alle ore 20.00, poi la proiezione del backstage ed infine la proiezione della pellicola.
Il film, da tutti definito come un documento storico, racconta la crescita e la consacrazione di un sacerdote atipico, che è riuscito a costruire una sorta di impero e di un punto di riferimento, nel recupero dei tossicodipendenti. Pur discusso, Don Pierino Gelmini, rappresenta una realtà della regione Umbria e della provincia Ternana e come tale va ricordato e conosciuto. Il film apre le porte a tutti, facendo conoscere la Comunità Incontro di Amelia e raccontando un personaggio unico nel suo genere, con i suoi errori, ma anche con tutti i suoi indiscussi meriti.
“Non esistono diavoli né santi: siamo tutti dei medi peccatori”, disse una volta Giulio Andreotti.
Il compito del regista Andrea Sbarretti era arduo: districarsi in una vicenda complessa, lunga, a tratti incerta, con frequenti contaminazioni politiche e con un processo tuttora in corso. Ma il film dà una risposta a tutto, spiega ogni cosa, rende conto di ciò che è la Comunità Incontro, di chi sono i ragazzi ospiti. La scena della partita di calcio è di un’umanità straordinaria: dipinge i ragazzi ospiti, non più come drogati, ma come ragazzi che vogliono divertirsi e che guardano al loro futuro.
Il film è piacevole, spesso commovente. Merito al regista quindi, capace di sfornare nel suo terzo lungometraggio, un’opera adulta, un film impegnato e d’inchiesta, che racconta delle vicende fosche, come quelle del processo per molestie sessuali, con estrema delicatezza e maturità.
Il film è stato anche proiettato, il giorno di Pasqua, presso l’auditorium del Molino Silla alla presenza del protagonista Fernando Altieri. Lo ha voluto lo stesso Don Gelmini, per le consuete celebrazioni pasquali, che vedono accorrere ad Amelia i ragazzi usciti dal tunnel della droga. Circa 500 gli spettatori, che hanno rivolto un lunghissimo applauso al termine del film. Inoltre, il lungometraggio, sarà proiettato il 13 maggio presso il Circolo Il Drago di Terni, successivamente al Cinema Corso di Spoleto ed in altri cinema dell’Umbria.

Invia una domanda